Attualità
DEPURATORE DEL GARDA

Il depuratore del Garda si farà a Gavardo e Montichiari: il commissario ha deciso

Come ampiamente pronosticato, fin dai primi incontri, la scelta di Attilio Visconti è stata quella di comunicare al Ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani la volontà di procedere nei due siti di Gavardo e Montichiari, fuori quindi dall'area del Garda.

Il depuratore del Garda si farà a Gavardo e Montichiari: il commissario ha deciso
Attualità Garda, 23 Luglio 2021 ore 13:13

Il depuratore del Garda si farà a Gavardo e Montichiari: il commissario ha deciso.

E' arrivata quest'oggi, venerdì 23 luglio 2021, la decisione del commissario straordinario al depuratore del Garda, riguardo l'ubicazione dell'impianto. Come ampiamente pronosticato, fin dai primi incontri, la scelta di Attilio Visconti è stata quella di comunicare al Ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani la volontà di procedere nei due siti di Gavardo e Montichiari, fuori quindi dall'area del Garda.

Una scelta che porterà sicuramente importanti ripercussioni sul piano politico, con in primis la Provincia di Brescia e i sindaci dei comuni dell'asta del Chiese che faranno ancora una volta sentire la propria voce.

La nota

«La scelta è frutto di un esame tecnico-scientifico - si legge nella nota diffusa attorno alle 12 - che ha coinvolto anche il sito di Lonato del Garda. Sono stati presi in considerazione in particolare tre parametri quali il cedimento delle condotte sublacuali (nonostante i recenti studi che indicano come non siano a fine vita, ndr), costi e tempi di realizzazione e "qualità della vita". La soluzione più idonea individuata è stata quella di Montichiari e Gavardo, con minori tempi di realizzazione e maggiori performance di diluizione. L'esito è stato confermato dai Rettori delle Univeristà di Brescia, Verona e Trento. La scelta è stata preceduta da ben 43 incontri e audizioni con le parti in causa e il mondo dell'associazionismo».

La tabella di marcia, prevede nelle prossime settimane nuovi tavoli di lavoro con il Prefetto Visconti, il ministro Cingolani e le varie parti in causa per definire i prossimi step.

Necrologie