Attualità
Montichiari

I ragazzi di "Civico34" protagonisti di un video di straordinaria intensità

Presentato questa mattina in Regione Lombardia in concomitanza al convegno dedicato al "Dopo di noi".

Attualità Montichiari, 11 Luglio 2022 ore 13:49

La presentazione questa mattina (lunedì 11 luglio 2022) in Regione Lombardia

Un messaggio toccante

"Se hai una persona cara pensa da subito al suo futuro", questo il messaggio di chiusura del video di grande intensità che ha per protagonisti alcuni ragazzi del progetto Civico 34 della cooperativa La Soergente presentato oggi a Milano.

Un video di straordiria semplicità, bellezza e intensità per il "Dopo di noi"

Questa mattina in concomitanza al convegno dedicato al "Dopo di noi" che si è tenuto in auditorium Testori di Regione Lombardia a Milano è stato presentato un video che ha per protagonisti alcuni ragazzi del progetto Civico 34 della cooperativa La Sorgente. Un video tanto semplice quanto meravigliosamente intenso che racconta  la giornata di Alessandro e della sua splendida famiglia... Questa la presentazione ufficiale del progetto:

"Civico 34 nasce da un lavoro di condivisione dei bisogni con le famiglie delle persone con disabilità e con i servizi sociali sul territorio di Montichiari. La cooperativa è partita con le prime sperimentazioni sulla vita indipendente nel dicembre 2017, attivando Interventi di «accompagnamento all’autonomia» realizzati secondo le disposizioni della Legge 112/2016 all’interno di «Casa da grande», un appartamento palestra dove alcune persone adulte con disabilità intellettiva hanno sperimentato brevi esperienze di vita indipendente durante il fine settimana. Da questa sperimentazione è emerso sempre più forte il bisogno di indipendenza e la necessità di creare vere occasioni di vita adulta per le persone con disabilità. Partendo da questa premessa e in linea con le disposizioni regionali sul tema del “Dopo di noi” viene sviluppato il progetto Civico 34, un’esperienza ibrida di coabitazione tra persone con disabilità. La sfida educativa del progetto è di riconoscere alla persona con disabilità la sua dimensione, il suo processo di autonomia abitativa, il suo essere persona adulta, al di là delle fragilità. Civico 34 non si configura né come un servizio standard, dove i modelli strutturali e gestionali soffocano la quotidianità e dove le regole uguali per tutti tendono ad inibire e uniformare interventi, né come una casa perché vede una presenza costante del supporto educativo: un supporto leggero, orientato ad accompagnare ciascuno dei partecipanti nelle proprie fragilità rispettandone scelte e preferenze. Ad oggi, sono ad utilizzo di Civico 34 tre appartamenti, uno spazio comune con cucina e salotto, una lavanderia condivisa. All’interno del bando IdeeRete, il progetto ha ottenuto un prezioso contributo da Assimoco, che ha permesso la riqualificazione, l’arredo degli appartamenti e della struttura e la possibilità di potenziare le attività e iniziative di territorio finalizzate all’inclusione sociale".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie