Attualità
Maltempo

Grandine in Valcamonica e Valsabbia, Coldiretti Brescia fa il punto della situazione

Le pianure e i laghi continuano a rimanere a secco.

Grandine in Valcamonica e Valsabbia, Coldiretti Brescia fa il punto della situazione
Attualità Brescia, 27 Luglio 2022 ore 14:11

Grandine e vento forte si sono abbattuti a macchia di leopardo sulla zona nord della provincia di Brescia causando danni ai pascoli e alle colture già duramente provate dalla siccità. É quanto emerge da un primo monitoraggio di Coldiretti Brescia in occasione dell’ondata di maltempo che si è abbattuta nelle serata di ieri (martedì 26 luglio 2022).

  Danni

I chicchi di ghiaccio – precisa Coldiretti Brescia – hanno colpito pesantemente i pascoli in Valcamonica, in particolare a Esine nella malga Rosellino e a Berzo Inferiore nella malga Val Gabbia dove i prati sono stati completamente distrutti dalla violenza delle tempeste. La grandine ha colpito anche la Valle Sabbia in particolare il comune di  Pertica Bassa, con gravi conseguenze su mais, zucche, zucchine e piante da frutta:

“Una grandinata di oltre quindici minuti ha distrutto il 90% delle nostre produzioni - racconta Simone Colombo, imprenditore agrituristico di Pertica Bassa - non è stata la dimensione dei chicchi di grandine ma la quantità, colpiti i  fagioli Copafam, il mais nero spinoso, le zucche e le zucchine. Ora confidiamo solo negli aiuti che le istituzioni preposta spero possano fornirci”.

Pertica Bassa Grandine

Agricoltura bresciana in difficoltà

Questi eventi calamitosi arrivano in un momento di particolare difficoltà per l’agricoltura bresciana a causa della grave siccità che vede il lago d'Iseo con un riempimento pari al 2,1% e la disponibilità di acqua del lago d'Idro al -2,9%:

“Il perdurare della mancanza di acqua – precisa Valter Giacomelli presidente di Coldiretti Brescia – è minaccia per la produzione agricola e per l’allevamento della provincia che danno origine a produzioni agricole e agroalimentari conosciute in tutto il mondo”.

 

La pioggia – conclude Coldiretti Brescia – è attesa per combattere la siccità nelle campagne ma per essere di sollievo deve durare a lungo, cadere in maniera costante e non troppo intensa, mentre i forti temporali, soprattutto con precipitazioni violente provocano danni poiché i terreni non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento provocando frane e smottamenti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie