Attualità
Regione Lombardia

Fontana sul monte Maniva, siglato patto da 17milioni di euro per valorizzare l'area

Fontana: "Sosterremo operatori neve anche per richieste a Governo".

Fontana sul monte Maniva, siglato patto da 17milioni di euro per valorizzare l'area
Attualità Valli, 17 Ottobre 2022 ore 18:08

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana in visita al comprensorio sciistico Maniva Ski.

Le sue parole

 

"Mi auguro che vi siano tutte le condizioni affinché chi vive dell'indotto della neve possa continuare a farlo. Sappiamo delle difficoltà legate ai costi dell'energia. Energia fondamentale, ad esempio, per l'innevamento artificiale. Regione Lombardia sarà al fianco degli operatori e continuerà a sostenere le richieste del settore anche nei confronti del Governo".

Queste sono state le sue parole a margine della sottoscrizione del 'Patto territoriale' da 17 milioni di euro che vede coinvolti Regione, Comunità Montana, i Comuni del territorio e partner privati. L'obiettivo è realizzare 10 interventi infrastrutturali strategici per il rilancio e destagionalizzazione della stazione sciistica. Il documento è stato firmato dal governatore, insieme all'assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, durante il tour 'Aree Interne' dedicata alla Valle Trompia.

Un patto territoriale per il Monte Maniva

Dopo l'incontro con gli stakeholder a Tavernole sul Mella, la delegazione guidata dal governatore della Lombardia ha infatti raggiunto il Monte Maniva prendendo la seggiovia in località Persech per poi raggiungere in alta quota il luogo in cui è stato firmato il 'Patto territoriale per lo sviluppo economico, ambientale, sociale e della mobilità del territorio montano del Monte Maniva'. Nel dettaglio, insieme a Regione Lombardia, hanno condiviso il patto: Comunità Montana Valle Trompia (capofila), Comunità Montana Valle Sabbia, Comune di Bagolino, Comune di Collio e la società Maniva Ski srl. Un progetto da complessivamente 17 milioni di euro, di cui 12,5 erogati da Regione Lombardia, che consentono la realizzazione di 10 interventi infrastrutturali strategici per il Comprensorio. Tra questi, l'adeguamento funzionale dell'impianto di risalita Zocchi, il rinnovo e potenziamento dell'impianto di risalita Barard, un parcheggio multipiano, un collegamento ciclo-pedonale tra Collio e la frazione di Memmo, la ristrutturazione dell'ex caserma Zanardelli, un'area ricettiva alla partenza della seggiovia Persech, il potenziamento della connettività ed effettuate opere di messa in sicurezza della viabilità Anfo-Passo Baremone.

 

"Questi territori - ha detto il presidente Fontana - meritano tutto il nostro sostegno per esprimere al meglio le grandi potenzialità di cui sono dotati". "Il Patto Territoriale garantirà sicuramente ricadute positive per quest'area - ha proseguito il governatore - rafforzando l'indotto del comparto turistico. E ancora una volta parliamo di un risultato raggiunto grazie a un lavoro di squadra".

Sertori

"Regione Lombardia – ha spiegato l'assessore a Enti locali e Montagna, Massimo Sertori - attraverso lo strumento del Patto Territoriale vuole favorire il rilancio dei territori montani e generare un effetto di traino sull'attivazione di conseguenti investimenti del settore privato. In quest'ottica, su mia proposta, è stato sottoscritto il Patto Territoriale per lo sviluppo economico, ambientale, sociale e della mobilità del territorio del Monte Maniva . Una strategia – ha continuato Sertori - che stanzia 12.517.000 euro e che, attraverso l'intervento sinergico e congiunto del partenariato locale sul comparto turistico-sportivo, va a rafforzare l'azione di rilancio, rinnovamento e potenziamento del patrimonio impiantistico e dell'offerta turistico-sportiva del Comprensorio, già avviata attraverso le programmazioni dei progetti strategici 2013-2018 e 2019-2026 finanziati dal Fondo Comuni di Confine. Questa operazione, volàno per l'economia locale e finalizzata all'aumento dell'attrattività dell'intero territorio in un'ottica di destagionalizzazione dei flussi turistici, rientra nella serie di interventi finanziati da Regione Lombardia a favore dei territori interessati dai comprensori sciistici".

 

A Collio due progetti dell'Aqst

Il territorio è coinvolto nell'Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale (AQST) Tre Valli (valli Camonica, Trompia e Sabbia) che beneficia di un cofinanziamento di 10.076.580 euro. Dei 35 progetti sviluppati con l'AQST, 2 sono in Valtrompia, in particolare a Collio. Il primo, che ha beneficiato di un contributo regionale di 250.000 euro, è legato all'adeguamento della viabilità e degli spazi di manovra in località Pian della Pietra. Il secondo, da 586.500 euro, ha permesso la realizzazione della 'Pista ciclopedonale Collio-San Colombano', utile anche nell'ottica dell'escursionismo invernale.

 

Lumezzane

A Lumezzane la visita del Governatore alla sede della Cooperativa CVL (Caldera Virginio Lumezzane), importante realtà nata nel 1984 che offre risposte alle persone portatrici di disabilità e alle loro famiglie. In particolare, la Cooperativa è impegnata nella valorizzazione delle persone portatrici di disabilità attraverso il lavoro. L'attenzione della delegazione si è concentrata sul Centro Diurno Disabili 'Il Cammino' e su due Comunità Socio-Sanitarie che offrono servizi residenziali. Alla CVL lavorano 70 operatori qualificati e specializzati. Importante il sostegno di 250 volontari dell'associazione 'il Delfino'.

 

L'autostrada della Valtrompia

Con l'ultimo incontro della giornata a Concesio, il focus sulla mobilità, tema strategico in Val Trompia come in altre aree interne lombarde. Sul territorio da tempo si attende la realizzazione dell'autostrada della Valle Trompia, un importante raccordo in grado di rendere ancora più competitivo il distretto industriale locale. A Concesio, in particolare è stato verificato l'avanzamento dei lavori per il ponte di via Mazzini e il viadotto sulla SP19, opera strategica per connettere l'imbocco di una galleria.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie