Attualità
Regione Lombardia

"E-state E+ Insieme", Regione finanzia il bando: ecco quali sono le realtà bresciane interessate

Ceruti: "Si tratta di risorse che serviranno ad accrescere le opportunità di socializzazione dei nostri minori, con un occhio di riguardo al loro benessere psicofisico e sociale”.

"E-state E+ Insieme", Regione finanzia il bando: ecco quali sono  le realtà bresciane interessate
Attualità Brescia, 18 Luglio 2022 ore 15:28

Per il secondo anno consecutivo Regione Lombardia finanzia il bando "E-state E + Insieme", interviene il consigliere regionale Francesca Ceruti.

Le sue parole

 

“La Giunta Fontana rifinanzia per il secondo anno consecutivo il bando E-state E + Insieme stanziando complessivamente 12 milioni di euro per la Lombardia; parti di questi fondi, oltre 1,5 milioni di euro, serviranno a sostenere importanti progetti provenienti dalla mia provincia di Brescia, da 20 Enti dell’Ats di Brescia e da 4 dell’Ats della montagna. Si tratta di risorse che serviranno ad accrescere le opportunità di socializzazione dei nostri minori, con un occhio di riguardo al loro benessere psicofisico e sociale”.

Così il consigliere regionale leghista Francesca Ceruti. Che aggiunge:

“Ringrazio l’assessore regionale alla Famiglia Alessandra Locatelli per il grande lavoro svolto nel raccogliere le istanze dei territori, dopo il successo che quest’iniziativa aveva riscosso l'anno scorso. Quest’anno Regione Lombardia ha voluto accontentare ancora più progetti, grazie a un bando che crede nell'inclusione come strumento per aggregare e far crescere”.

“E-state e + Insieme è un aiuto concreto per famiglie e un modo per coinvolgere i ragazzi e le realtà associative territoriali rendendole protagoniste in un unico progetto che è quello di far socializzare e far crescere i nostri giovani attraverso il divertimento e diverse forme di arte, come ad esempio la musica”, spiega Ceruti.

“Un’iniziativa, questa, altamente meritoria che è anche un segnale di speranza, dopo le lunghe restrizioni imposteci dalla pandemia e dal lockdown. Si torna finalmente alla normalità e ai nostri ragazzi viene offerta la possibilità di tornare a socializzare come è nella loro natura. Sono moltissimi i progetti finanziati grazie ai quali essi potranno riprendere ad esprimersi.  E sono molto molto soddisfatta per questi fondi perché vanno ad aiutare tutte quelle realtà locali che si impegnano per i nostri giovani”.

 

Chi ne potrà usufruire

Gli Enti dell’Ats di Brescia i cui progetti saranno finanziati sono: Paitone (111.000 euro); Borgosatollo (42.000); Pompiano (16.520); Remedello (70.560); Rudiano (110.000); Dello (99.120); Iseo (110.000); Garda Sociale (110.000); Castel Mella (99.120); Villachiara (16.520); Pontevico (110.000); Cigole (16.520); Rovato (42.000); Bagnolo Mella (110.000); Mazzano (110.000); Poncarale (110.000); Barbariga (99.120); Verolanuova (99.120); Collebeato (42.000); Quinzano d’Oglio (43.847). Gli Enti dell’Ats montagna sono: Niardo (70.560); Ono San Pietro (16.520); Sonico (16.520); Ponte di Legno (10.384).

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie