Attualità
Coldiretti

Consegnata al Vescovo Tremolada la statuina dell'imprenditore digitale

Lo scorso anno fu un' infermiera a ricordare la lotta contro il Covid.

Consegnata al Vescovo Tremolada la statuina dell'imprenditore digitale
Attualità Brescia, 23 Dicembre 2021 ore 16:37

Consegnata alla Curia Diocesana di Brescia, nelle mani del Vescovo di Brescia Pierantonio Tremolada, la statuina del 2021 raffigurante l’imprenditore artigiano digitale.

Nuove sfide per l'imprenditoria

Presenti all’evento il vicepresidente di Confartigianato Imprese Brescia Bruno Bettinsoli e il direttore di Coldiretti Brescia Massimo Albano che hanno consegnato al Vescovo il nuovo personaggio del Presepe 2021, un’iniziativa di Coldiretti, Confartigianato e Fondazione Symbola, sotto l’egida del Manifesto di Assisi e che ha distribuito la statuina in tutte le Diocesi d’Italia. L’imprenditore che usa la tecnologia, oltre al camice, porta tra le mani un pc portatile e sta significare la centralità dell’impresa che affronta nuove sfide per la crescita economica e sociale del Paese. L’iiziativa propone ogni anno nuove figure da aggiungere al presepe che parlino del presente ma anche del futuro. L’anno scorso fu un’infermiera a ricordare il debito che ci lega in tempo di Covid a tutti coloro che operano nella sanità. Quest’anno è l’imprenditore che ha affrontato le difficoltà della pandemia per continuare a garantire servizi e prodotti ai cittadini nonostante le limitazioni e i lockdown.

 

 Il vicepresidente di Confartigianato Imprese Bruno Bettinsoli

«Quest’anno portiamo nel Presepe il simbolo dei milioni di artigiani e piccoli imprenditori che hanno saputo reagire alla crisi e oggi sono pronti a contribuire alla ripartenza del Paese. La statuina, realizzata in cartapesta dal maestro artigiano leccese Claudio Riso, è l’emblema degli uomini e delle donne di buona volontà impegnati, con le loro aziende, a costruire un futuro nuovo, all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità. Imprenditori che usano gli strumenti digitali e tecnologici per rilanciare le radici profonde della nostra tradizione produttiva, dell’eccellenza manifatturiera made in Italy. Abbiamo voluto rappresentare così l’operosità e il saper fare che animano i nostri imprenditori, protagonisti dello sviluppo economico ma anche attori sociali partecipi della vita delle comunità territoriali. Rinnoviamo la tradizione del Presepe con un segno di speranza: la vitalità e l’ingegno dei nostri imprenditori, il loro slancio per costruire la rinascita economica e sociale dell’Italia».

 Il direttore di Coldiretti Brescia Massimo Albano

«La statuina che abbiamo consegnato oggi nelle mani del Vescovo raffigura in toto la ripartenza del settore agroalimentare. Anche attraverso l’innovazione il nostro settore è uscito più forte di prima dalla crisi generata dalla pandemia, grazie agli imprenditori agricoli che non hanno mai smesso di lavorare per garantire le forniture alimentari ai cittadini, portando avanti al contempo iniziative di sostegno sociale e solidarietà. Un risultato reso possibile dalla capacità degli imprenditori agricoli di coniugare tradizione e innovazione, facendo delle campagne italiane le più green d’Europa investendo in tecnologie digitali, droni, gps, robot, software e IoT per combattere i cambiamenti climatici, salvare l’ambiente e aumentare la sostenibilità delle produzioni».

Necrologie