Attualità
Un bresciano al timone

Confagricoltura Lombardia, Gianluigi Vimercati riconfermato alla guida

Vimercati è anche presidente della sezione provinciale di Brescia.

Confagricoltura Lombardia, Gianluigi Vimercati riconfermato alla guida
Attualità Brescia, 22 Dicembre 2021 ore 14:32

Dopo un triennio passato a lavorare per lo sviluppo, la tutela e la promozione degli agriturismo della Lombardia, puntando molto su quelli della terra bresciana, Gianluigi Vimercati è stato confermato anche per i prossimi tre anni alla guida della sezione regionale Agriturismo di Confagricoltura Lombardia (è anche presidente della sezione provinciale di Brescia).

L'offerta sempre più appressata degli agriturismi

Titolare dell’agriturismo Al Rocol di Ome e viticoltore, avrà al sua fianco anche Camilla Alberti, viticoltrice e presidente della Strada del vino di Franciacorta. Nel suo discorso di insediamento, Vimercati ha puntato molto sulle tre caratteristiche che, oggi, fanno scegliere a molte più persone di passare una vacanza in agriturismo: i prodotti di qualità, l’accoglienza famigliare e, guardando avanti, soprattutto le esperienze agricole. È su queste ultime che, scommette il riconfermato presidente regionale, si baserà gran parte della fortuna delle strutture agrituristiche di Brescia: offrire ai visitatori, siano essi a chilometro zero, italiani o stranieri, un’attività a diretto contatto con la natura, con le lavorazioni dell’azienda agricola, con il territorio che circonda l’agriturismo. Per esempio una visita in cantina con degustazione e passeggiata nei vigneti, di una giornata in stalla, magari provando a fare il formaggio o mungere, o in campagna, per seminare ortaggi o raccogliere frutta, di escursioni nei boschi per imparare a riconoscere le piante e tanto altro.

“Una stima di Confagricoltura Brescia - dichiara Vimercati - parla di almeno il trenta per cento d’incremento per la richiesta di esperienze agricole in agriturismo il prossimo anno. È su questo che dobbiamo lavorare con i nostri soci, oltre a rinforzare la rete che già esiste sul territorio, con gli altri attori che fanno turismo e accoglienza e con le istituzioni. Non dobbiamo inventarci nulla di nuovo, nel Bresciano, ma potenziare quanto già abbiamo, creando più esperienze e, di conseguenza, redditività per le nostre aziende”.

Tra le mete preferite per le festività

Guardando al periodo delle festività, Gianluigi Vimercati è positivo. Per la prima volta l’agriturismo è stato inserito nelle preferenze per le vacanze di Natale e di capodanno degli italiani, superando le città d’arte (al primo posto resta la montagna, quindi l’agriturismo e le città).

“Nell’immaginario comune - afferma il presidente regionale e provinciale - trascorrere un periodo in agriturismo fa pensare all’estate, al pranzo di Pasqua o di Natale. Quest’anno, invece, per la prima volta abbiamo molte prenotazioni anche per capodanno, con diverse persone che chiedono di trascorrere qualche giorno nelle nostre strutture. Credo che a piacere sia soprattutto la sicurezza che offriamo, grazie a strutture medio piccole, il clima famigliare e le tradizioni”.

A mancare, in questo periodo, sono state soprattutto le cene aziendali, con le disdette che sono fioccate anche negli agriturismo bresciani. Una perdita che si attesta su circa il 30 per cento, ma compensata in parte dall’aumento della vendita di prodotti (per circa il 15 per cento) e in parte dalla richiesta di pernottamenti nel periodo delle vacanze natalizie (per circa l’altra metà).

Necrologie