Attualità
Brescia

Concentrazioni Pm10 nell'aria: dal primo gennaio revocati i provvedimenti di primo livello in città

Erano stati introdotti il 21 dicembre.

Concentrazioni Pm10 nell'aria: dal primo gennaio revocati i provvedimenti di primo livello in città
Attualità Brescia, 31 Dicembre 2021 ore 12:43

Una buona notizia, i provvedimenti erano stati introdotti da martedì 21 dicembre.

Dal primo gennaio

Il Comune di Brescia informa che, visto l’abbassamento delle concentrazioni di Pm10 nell'aria, come stabilito da Regione Lombardia a partire da sabato 1 gennaio sono revocati i provvedimenti di primo livello sul territorio comunale.

Revoca misure di primo livello

Le misure di primo livello prevedono la limitazione all’utilizzo delle autovetture di classe emissiva fino ad Euro 4 diesel compreso in ambito urbano dalle 8.30 alle 18.30. La limitazione in esame non riguarda le autostrade, la Tangenziale Sud, la Tangenziale Ovest, la Tangenziale Montelungo e via Oberdan nel tratto tra Tangenziale Montelungo e la Tangenziale Ovest, i  tratti di collegamento tra le autostrade e la Tangenziale Sud e gli svincoli delle stesse e i tratti di collegamento ai parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici o delle stazioni metropolitane (precisamente al piazzale antistante l'Ortomercato per i veicoli provenienti dalla Tangenziale Sud attraverso via Orzinuovi; ai parcheggi della stazione metropolitana di via Chiappa per i veicoli provenienti dalla Tangenziale Sud attraverso via Serenissima; ai parcheggi posti a est dell'area spettacoli viaggianti di via Borgosatollo; ai parcheggi della stazione metropolitana Poliambulanza per i veicoli provenienti dalla Tangenziale Sud attraverso via Dario Morelli; ai parcheggi della stazione metropolitana Prealpino per i veicoli provenienti dalla Valtrompia o comunque da nord rispetto alla città). È vietato l’utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta dal DM 186/2017. Sono vietate tutte le tipologie di combustioni all’aperto (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento) ed è introdotto il limite di 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni, negli spazi ed esercizi commerciali. È vietato sostare con il motore acceso. È vietato lo spandimento degli effluenti di allevamento, delle acque reflue, dei digestati, dei fertilizzanti e dei fanghi di depurazione. Riguardo a queste sostanze sono sempre consentite l’iniezione e l’interramento immediato, cioè contestuale alla distribuzione, anche con l’utilizzo in sequenza di più attrezzature contemporaneamente operanti sull’appezzamento.

 

LEGGI ANCHE QUALITA' DELL'ARIA: ANCHE BRESCIA SUPERA ILIMITI 

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie