Attualità
elezioni politiche 2022

Coldiretti ai candidati bresciani: "Urgente garantire la sopravvivenza delle imprese agricole"

Le finalità sono inoltre quelle di garantire la redditualità delle imprese e centrare entro dieci anni l'obiettivo dell'autosufficienza alimentare in gran parte delle filiere.

Coldiretti ai candidati bresciani: "Urgente garantire la sopravvivenza delle imprese agricole"
Attualità Brescia, 15 Settembre 2022 ore 11:06

Coldiretti incontra i candidati bresciani.

Le parole del presidente

L'incontro è avvenuto ieri (mercoledì 14 settembre 2022) nella sede di Coldiretti Brescia alla presenza dei soci della federazione con i candidati rappresentanti dei diversi schieramenti politici. Ad intervenire è stato il presidente di Coldiretti Brescia Valter Giacomelli:

“Stiamo vivendo una situazione di grande preoccupazione per l’intero settore agricolo bresciano. Quest’anno ci sono stati problemi di grave siccità che ha compromesso in modo importante la produzione dei campi. Anche l’aumento dei costi di materie prime, gasolio e energia ha aggravato la situazione mettendo in ginocchio le nostre aziende. Alla politica chiediamo massima attenzione al nostro settore ricordando che proprio nelle imprese agricole si produce il cibo di qualità, base del nostro Made in Italy”.

Questi in sintesi i punti principali di Coldiretti presentati a inizio incontro dal presidente Giacomelli per assicurare la sopravvivenza delle imprese agricole, per garantire la redditualità delle imprese e centrare entro dieci anni l’obiettivo dell’autosufficienza alimentare in gran parte delle filiere.

Due temi al centro dell'attenzione

Nel dibattito con i candidati il presidente Giacomelli ha posto attenzione a due tempi centrali per l’agricoltura e il territorio bresciano a partire dalla montagna:

“L’agricoltura in montagna è difficile, va sostenuta e aiutata attraverso progetti di sviluppo del turismo e di sostegno dei borghi che diversamente rischierebbero l’abbandono. Gli imprenditori agricoli hanno un ruolo fondamentale di manutenzione e salvaguardia del territorio che va difesa e valorizzata anche attraverso politiche dedicate”.

Tema trasversale ai diversi settori è quello della burocrazia che oggi rappresenta una preoccupazione per le imprese agricole:  è necessaria ma va snellita, non deve allungare i tempi e non deve creare ulteriori aggravi per le attività lavorative quotidiane.  Al termine della presentazione i vari candidati hanno espresso in modo univoco l’apertura al dialogo concreto e la disponibilità a lavorare in sinergia per ottenere un risultato comune a garanzia della sopravvivenza del settore agricolo, dello sviluppo e della valorizzazione del comparto con progetti a lungo respiro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie