Attualità
Inaugurazione

Centro di Aiuto alla Vita, il taglio del nastro

Presenti autorità ecclesiastiche e civili.

Centro di Aiuto alla Vita, il taglio del nastro
Attualità Sebino e Franciacorta, 13 Settembre 2022 ore 18:07

Taglio del nastro nella giornata di ieri (lunedì 12 settembre 2022).

Il messaggio

Ad essere inaugurata  la nuova sede del Centro di Aiuto alla Vita di Capriolo, in via Parco della Rimembranza n. 12, alla presenza delle autorità ecclesiastiche e civili. Il parroco, don Giuseppe Mattanza, ha benedetto la sede dopo un discorso introduttivo di Maria Guana Lantieri, Presidente e fondatrice del CAV, l’intervento del Sindaco Luigi Vezzoli e di Elisabetta Pittino, presidente di Federvita Lombardia, che ha letto un messaggio di Marina Casini, presidente del MpV Italiano.

“In questi 21 anni il CAV, sempre in rete con i Servizi presenti sul territorio, ha accolto un migliaio di mamme, delle quali 300 gestanti che hanno partorito 299 bambini” ha dichiarato la presidente Maria Guana Lantieri. Il CAV di Capriolo, fondato nel 2001 “ha anche offerto a Fondazione Vita Nova ben 53 Progetti Gemma, sostenuti da numerosi capriolesi a partire dalla Giornata per la Vita del 2000” prosegue la presidente.

Attiva da marzo 2021

La nuova sede attiva da marzo 2021, ha ricominciato ad accogliere le mamme solo da marzo 2022, una volta diminuiti i rigori della pandemia.

“Durante i lunghi mesi della pandemia le nostre mamme non sono state lasciate sole: sono state sostenute, ascoltate, aiutate da remoto da alcune volontarie, portando loro a casa quanto necessario o indirizzandole alla Farmacia Comunale convenzionata per la distribuzione di latte, pannolini, medicinali ecc.”

La Presidente ha ringraziato le suore Poverelle che dal 2001 al 2020 hanno ospitato la sede del CAV

“Sono molto felice di questa nuova sede e di questa ripartenza conoscendo la sofferenza del CAV di Capriolo in questi anni di pandemia” ha detto Elisabetta Pittino. “Mi ha commosso anche incontrare dopo vari anni, Nicoletta e suo figlio, ora adolescente, allora accolti oggi parte a tutti gli effetti della famiglia del CAV di Capriolo”.

Nel suo bell’augurio, letto da Pittino, Marina Casini ha ricordato, citando Giovanni Paolo II, come

“Le volontarie e i volontari dei CAV meritano stima, incoraggiamento, sostegno, gratitudine”. “Perché-ha continuato Marina Casini- non è mai abbastanza la gratitudine verso coloro che fanno della promozione e della difesa della vita nascente una missione cui dedicare la propria stessa esistenza… non dobbiamo scoraggiarci e dunque auguro che questo bel momento infonda in voi nuove energie e nuovo entusiasmo e sia per tutti coloro che vi stanno intorno una testimonianza di Bene, di Pace, di Amore, di Verità”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie