Attualità
l'intervento

Centocinquantamila euro per restaurare il volto di Manerbio: sotto i ferri il Municipio

Partiranno a breve i lavori per il risanamento conservativo di palazzo Luzzago, casa del Comune, e del centro culturale bisognosi di un restyling che ne restituisca l’aspetto e il decoro di un tempo.

Centocinquantamila euro per restaurare il volto di Manerbio: sotto i ferri il Municipio
Attualità Bassa, 26 Settembre 2021 ore 10:35

Centocinquantamila euro per restaurare il volto di Manerbio: partiranno a breve i lavori per il risanamento conservativo di palazzo Luzzago, casa del Comune, e del centro culturale bisognosi di un restyling che ne restituisca l’aspetto e il decoro di un tempo.

Palazzo Luzzago sotto i ferri

Il cuore della vita amministrativa della città ha attraversato i secoli (è stato realizzato nel XVIII secolo dall'accorpamento di due fabbricati contigui risalenti al primo Seicento), ma lo scorrere del tempo e gli eventi atmosferici non l’hanno lasciato illesa. Intonaci scrostati, infissi degradati e un portone d’ingresso rovinato hanno dato il «la» (ancora nel periodo pre Covid) a un’attenta analisi delle problematiche conservative più gravi e alla redazione di una scala di priorità, ora nero su bianco nel progetto varato dall’Amministrazione, costola di un più grande piano di Tutela, Conservazione e Valorizzazione del Patrimonio esistente comunale.

L’intervento

Il progetto è stato realizzato in accordo con la Sovrintendenza «con la quale è già in corso un proficuo confronto per valutare l'impiego di malte speciali, realizzate con componenti innovative, al posto della tradizionale calce», ha spiegato l'assessore ai Lavori pubblici Serena Cominelli, spiegando poi la natura dell’intervento che si concentra sul rifacimento di porzioni di intonaco sia all’interno che all’esterno degli edifici, seguito dalla relativa tinteggiatura delle superfici.

«La volontà dell'Amministrazione è di avviare operazioni di rigenerazione urbana, nel pieno rispetto dell'ambiente - ha continuato - L'intervento sulla sede municipale risulta quindi emblematico, in quanto rappresentativo di tutta la cittadinanza. Attraverso i lavori in programma andremo inoltre a risolvere, o comunque ridurre, il contenuto di umidità nelle murature, andando a sistemare anche le porzioni di pluviali all'interno di quelle meno efficienti, per una maggiore tutela e conservazione del palazzo».

Il risanamento prevede inoltre lavorazioni accessorie come la rimozione di alcuni rivestimenti interni, la sistemazione degli impianti che corrono a vista sugli intonaci e la rimozione di alcune zoccolature, nonché il restauro delle parti lignee quali le persiane e portone d’ingresso, «biglietto da visita» da sfoggiare con chi accede ai servizi del Municipio.

I lavori cominceranno entro la fine dell’anno e costeranno 150mila euro: un prezzo che potrebbe anche lievitare in caso di ulteriori integrazioni che la Giunta ancora si è riservata di valutare.

Necrologie