Attualità

Cellule staminali nei cosmetici: mito o tecnologia avanzata

Cellule staminali nei cosmetici: mito o tecnologia avanzata
Attualità 31 Dicembre 2021 ore 07:12

La cosmetologia scientifica, essendo alla costante ricerca di tecnologie alternative per il ringiovanimento, ha scoperto un nuovo gruppo di sostanze che è riuscito a farsi conoscere sul mercato: le cellule staminali vegetali. Hanno una serie di vantaggi, il che rende possibile prevedere un grande futuro per il loro uso nei cosmetici. Si sono dimostrati efficaci nel rimuovere i segni del tempo e nel correggere altri problemi della pelle.

Cosa sono?

Il termine "cellule staminali" si riferisce a cellule immature, le cui funzioni non sono ancora state determinate, cioè non possiedono le proprietà di un singolo organo o sistema di organi. A causa di ciò, sono in grado di auto-rinnovarsi, formando nuove cellule, si dividono e si trasformano in cellule di qualsiasi organo e tessuto.

Solo le cellule embrionali hanno questa proprietà e sono in grado di trasformarsi in qualsiasi tipo di cellule: nervose, muscolari.

Anche le cellule staminali vegetali hanno questo superpotere, ma allo stesso tempo sono molto più forti. Hanno capacità rigenerative illimitate e aiutano le piante a riprendersi anche dopo il danno più grave, ricrescendo letteralmente dai frammenti più piccoli. Si distinguono per un'alta concentrazione di sostanze attive: acidi grassi, nucleici e amminoacidi, peptidi, vitamine, enzimi, antiossidanti.

Gli studi sulle cellule staminali della mela svizzera hanno dimostrato che sono in grado di prevenire il processo di invecchiamento dei fibroblasti e la comparsa di rughe d'espressione nella zona del contorno occhi e potenziare la capacità rigenerativa della pelle. In particolare, quando il siero viso makeup.it/categorys/251127/ con cellule staminali si applica sulla pelle, dopo quattro settimane di utilizzo, si nota una diminuzione della profondità delle rughe fino al 15%. Il sito Makeup.it propone una grande scelta di prodotti cosmetici con cellule staminali vegetali che sono particolarmente efficaci e aiutano la pelle a combattere i radicali liberi, fornendo un potente effetto antinfiammatorio e anti età.

Caratteristiche biochimiche

Ai prodotti cosmetici vengono aggiunte cellule staminali non viventi o addirittura massa cellulare, che vengono appositamente processate in laboratorio per ottenere sostanze attive (estratti) che hanno proprietà antiossidanti, sono ricche di aminoacidi e possono stimolare la sintesi del collagene. Questi estratti vengono "conservati" in una miscela di acqua e glicerina. Non bisogna aver paura che si deteriorano rapidamente. Vengono raccolte da piante coltivate in condizioni di laboratorio, il che aiuta a proteggerle da pesticidi, inquinamento e influenze ambientali negative. Tali cellule sono al massimo "pulite" e favorevoli alla pelle.

L'esperienza di medici americani ed europei ha dimostrato che le cellule staminali vegetali sono in grado di nutrire in profondità la pelle, ridurre le occhiaie e la pigmentazione, la rendono liscia ed elastica. Rallentano il processo di invecchiamento, purificano le cellule dalle tossine, ripristinano i componenti danneggiati e garantiscono la resistenza allo stress.

Fonti di cellule staminali vegetali

Data l'enorme varietà di piante nel mondo, ci sono opportunità quasi illimitate di esplorare le proprietà aggiuntive. Oggi gli scienziati stanno attivamente ricercando le proprietà delle cellule staminali di mele, pomodori, lillà, bacche, alghe, semi d'uva e zenzero.

Esistono  diversi estratti, la cui efficacia è già stata confermata clinicamente. Le cellule staminali di lampone si ottengono dalle foglie, dai frutti e dai semi della bacca. Sono ricchi di carotenoidi, lipidi, acidi fenolici. Grazie a questi principi attivi, hanno potenti proprietà antiossidanti e idratanti, aumentando il contenuto di acido ialuronico nel derma e migliorano la sintesi delle ceramidi.

Le cellule staminali del caffè si ottengono dalla pianta Philanthus Bengal, un particolare tipo di caffè che non contiene caffeina. Hanno la capacità di appianare le rughe agendo sui tre strati principali della pelle. Quindi, nell'ipoderma, stimolano la divisione degli adipociti (cellule adipose) e riducono l'attività degli enzimi che dissolvono i grassi. A causa dell'alto contenuto di cellule adipose, la pelle mantiene l'elasticità e sembra ben idratata. 

Le cellule staminali del tabacco di bosco hanno un pronunciato effetto antiossidante e stimolano la produzione di collagene. Contengono tripeptidi bioattivi e carboidrati naturali che influenzano direttamente il "gene della giovinezza" e proteggono la pelle dall'invecchiamento precoce.

Spesso si sente la frase "Le cellule staminali sono il nostro futuro".  Ci danno tante speranze e hanno un enorme potenziale.

Necrologie