Attualità
stufe e camini

Caro bollette: impennano i prezzi di legna e pellet, che diventano introvabili

La speranza comune è riuscire a contenere i costi del riscaldamento.

Caro bollette: impennano i prezzi di legna e pellet, che diventano introvabili
Attualità Brescia, 10 Ottobre 2022 ore 16:10

Si abbassano le temperature, aumentano i prezzi del gas metano e anche tra in provincia di Brescia è corsa ad acquistare stufe e caminetti in vista della stagione invernale. Ma se da una parte le richieste di stufe e impianti a biomasse sono quadruplicate per via del caro bollette, dall’altro lato della medaglia è scattata la ricerca di combustibili (legna e pellet) al minor prezzo che, però, cominciano a diventare introvabili e i tempi di attesa si allungano.

Caro bollette: impennano i prezzi di legna e pellet, che diventano introvabili

I costi per il pellet sono raddoppiati, in alcuni casi anche triplicati. Chi aveva scelto di investire su una stufa o un camino a pellet per risparmiare oggi si sta ricredendo: per acquistare lo stesso sacco da 15 chili di combustibile che un lo scorso anno costava tra i 5 e i 6 euro, ora ce ne vogliono dagli 11 ai 15, e stando alle previsioni il prezzo sembra destinato a salire ancora. Da qui la decisione di sostituire i generatori di calore esistenti con stufe o camini a legna.

A confermarlo sono i rivenditori, che hanno assistito a un boom di richieste nell’ultimo mese per il combustibile legna.

“L’aumento delle bollette e le previsioni per l’inverno hanno generato panico – fanno sapere i rivenditori bresciani - C’è chi si sta muovendo per sostituire caminetto o stufa a pellet e sceglie di metterlo a legna. Chi era indeciso, oggi opta per la legna”.

Anche il prezzo di questo combustibile però, per chi lo deve acquistare, ha subito aumenti del 30% circa. I rincari hanno interessato anche i generatori nell’ordine di un +15% medio sul prezzo di vendita e installazione.

Gli aumenti sono dovuti ai costi di energia per la produzione, al caro carburanti per quanto riguarda la distribuzione e allo squilibrio tra domanda e offerta, dato che anche all’estero si fa incetta di pellet. Restano però un vantaggio economico: gli incentivi regionali e del Gse per chi sostituisce una vecchia stufa con un nuovo modello più performante a quattro o cinque stelle.

Seguici sui nostri canali
Necrologie