Attualità
Regione Lombardia

Brescia e Bergamo, in visita l'assessore Locatelli: "Un volontariato vivace e modello"

Nonostante siano stati i territori maggiormente colpiti dall'emergenza sanitaria.

Brescia e Bergamo, in visita l'assessore Locatelli: "Un volontariato vivace e modello"
Attualità Brescia, 21 Settembre 2022 ore 07:49

Nonostante l'emergenza sanitaria abbia colpito pesantemente i territori e le province di Brescia e Bergamo, l'assessore a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia Alessandra Locatelli ha evidenziato la presenza di un volontariato vivace e modello.

Le realtà visitate

L'assessore a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia Alessandra Locatelli nella giornata di ieri (martedì 20 settembre 2022) ha visitato diverse realtà di Bergamo e Brescia.

Un'occasione per ascoltare le esigenze di coloro che operano nel mondo del sociale e per far conoscere le iniziative introdotte dall'istituzione regionale per sostenere il settore. L'assessore a Palazzolo sull'Oglio  ha visitato la sede dell'azienda Oldrati, che si occupa della produzione di articoli tecnici in gomma, plastica e silicone. Qui, tramite la cooperativa 'A Mano a Mano' che offre percorsi di inclusione lavorativa, sono state assunte 80 persone con disabilità. In Bergamasca l'assessore ha fatto tappa a 'La casa di Leo', a Treviolo, una struttura a cui appoggiarsi nel momento del ricovero del proprio figlio all'ospedale Papa Giovanni XXIII. Il progetto, che sarà ampliato, è nato grazie a Eos Aps e alla mamma di Leo, è un luogo in cui ritrovare la forza e la tranquillità necessarie per affrontare l'esperienza della malattia e restituire ai bambini serenità. In città l'assessore ha visitato la sede di Nepios, l'associazione senza scopo di lucro a tutela dell'infanzia e della famiglia e la Fondazione Angelo Custode: voluta dalla Diocesi di Bergamo, la struttura offre servizi sociosanitari rivolti alle persone che vivono condizioni di disabilità o fragilità sociale.

 

"Nonostante l'emergenza sanitaria abbia creato non poche difficoltà alle associazioni e alle strutture che si occupano di erogare i servizi a sostegno delle persone più fragili - ha sottolineato l'assessore - anche qui, in uno dei luoghi peraltro più colpiti dalla pandemia, non è mai venuta meno la voglia di portare avanti importanti progetti volti a migliorare la qualità della vita di tutte le famiglie".

 

L'assessore ha voluto portare il  ringraziamento personale del presidente Attilio Fontana e quello di Regione Lombardia a tutti gli operatori e ai volontari che quotidianamente si adoperano per offrire questi preziosi servizi in collaborazione con gli enti locali, l'Ats e l'Asst di riferimento.

 

"L'istituzione regionale - ha concluso l'assessore - non farà mai mancare il suo sostegno a realtà come queste che, anche grazie al lavoro in rete, sono da considerarsi dei modelli che mi auguro possano essere replicati anche altrove".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie