Attualità
Aiuto alle nuove generazioni

Appartamenti da affittare ai giovani, il comune di Brescia pubblica l'avviso per la manifestazione d'interesse

La domanda deve essere presentata entro le 12.30 del 7 giugno 2022.

Appartamenti da affittare ai giovani, il comune di Brescia pubblica l'avviso per la manifestazione d'interesse
Attualità Brescia, 10 Dicembre 2021 ore 15:27

Il Comune di Brescia intende reperire appartamenti da affittare, a canone concordato e calmierato, a favore di giovani residenti nel territorio comunale.

Non più di 36 anni

L’amministrazione individuerà alloggi, di proprietà privata destinati a civile abitazione, che i proprietari siano disponibili ad affittare, a fronte di un contributo pubblico, a giovani (singoli o nuclei familiari) che non abbiano compiuto 36 anni di età, residenti nel Comune di Brescia e con Isee entro un valore di 20mila euro. Gli appartamenti, situati nel Comune di Brescia, devono essere immediatamente disponibili e non devono aver bisogno di interventi di ripristino.

Destinatari e caratteristiche degli immobili

I destinatari dell’iniziativa sono i proprietari di alloggi sfitti destinati a civile abitazione. Gli alloggi devono avere i seguenti requisiti: essere situati sul territorio del Comune di Brescia; appartenere alle categorie catastali A2 (abitazioni di tipo civile), A3 (abitazioni di tipo economico), A4 (abitazioni di tipo popolare) e A5 (abitazioni di tipo ultrapopolare); essere nelle disponibilità immediate del proprietario, liberi da inquilini; essere conformi alla normativa vigente in materia di edilizia e urbanistica; essere in buono stato di manutenzione, dotati di impianti a norma e di attestato di prestazione energetica; gli immobili di nuova costruzione o che siano stati oggetto di recente recupero devono essere completamente ultimati in conformità ai titoli legittimanti, in possesso della certificazione di agibilità, immediatamente accessibili e in perfetto stato manutentivo.

Condizioni di partecipazione all’iniziativa

I proprietari, all’atto di presentazione della domanda, dovranno impegnarsi a: affittare gli immobili a giovani (singoli o nuclei familiari) che non abbiano compiuto 36 anni di età, residenti nel territorio del Comune di Brescia, non residenti nell’unità immobiliare da affittare, in possesso della cittadinanza italiana o di uno stato dell’Unione Europea oppure nella condizione di straniero in regola con la vigente normativa in materia d’immigrazione, con Isee massimo di 20mila euro; prevedere un contratto d’affitto che dovrà essere stipulato successivamente alla data di presentazione della manifestazione di interesse, con un canone annuo di valore inferiore al limite massimo previsto dall’Accordo Territoriale del 06/06/2018 e, comunque, non superiore a 7.200 euro (comprensivo di spese condominiali).

 

Modalità di erogazione del contributo ai proprietari

Il contributo sarà erogato, fino a esaurimento delle risorse disponibili, al proprietario a seguito di: presentazione del contratto d’affitto sottoscritto e registrato; presentazione dell’attestazione rilasciata da una delle associazioni dei proprietari/inquilini di corrispondenza del contratto di affitto ai contenuti dell’Accordo Territoriale del 06/06/2018; effettivo trasferimento di residenza del giovane (singolo o nucleo familiare), indicato nella manifestazione di interesse, nell’unità immobiliare affittata.

L’incentivo all’affitto, per il proprietario, è duplice

Previsto un “contributo una tantum” di 1.500 euro su possibili situazioni di criticità dei pagamenti da parte del conduttore per la durata del contratto; è inoltre prevista l’erogazione di una somma in base ad un’aliquota del 25%, 20%, 15% del valore locativo a valere sul canone di locazione stabilito per il primo triennio. L’importo del contributo sarà parametrato in base all’indicatore della situazione economica del nucleo familiare nel seguente modo: per i nuclei con Isee fino a 10mila euro il contributo sarà del 25% del canone locativo annuo; per i nuclei con Isee compreso tra 10.000,01 e 15mila euro il contributo sarà del 20% del canone locativo annuo; per i nuclei con Isee compreso tra i 15.000,01 e i 20mila euro il contributo sarà del 15% del canone locativo annuo.

Termine di presentazione delle domande e modalità

Le domande, complete della documentazione necessaria, possono essere presentate con le seguenti modalità: consegna a mano al servizio casa, piazzale della Repubblica n. 1 - 1° piano, previo appuntamento telefonico; tramite posta certificata (Pec) al seguente indirizzo: serviziocasa@pec.comune.brescia.it La domanda deve essere presentata entro le 12.30 del 7 giugno 2022, utilizzando il modello allegato al bando. Per informazioni relative alla stipula del contratto a canone concordato è possibile rivolgersi alle Associazioni Proprietari Immobiliari e alle Associazioni per l’Assistenza degli Inquilini il cui elenco è presente nella sezione “Alloggi liberi: incentivazione all’affitto” del sito istituzionale.

 

Necrologie