Attualità
Chiari

Alla scoperta del territorio con le passeggiate

Il progetto è nato da un’idea dell’Amministrazione in collaborazione con il Cai e punta alla valorizzazione locale.

Alla scoperta del territorio con le passeggiate
Attualità Bassa, 25 Luglio 2021 ore 10:05

A Chiari è stata realizzata una guida, con tanto di informazioni tecniche e consigli, pronta all’uso sullo smartphone (ma anche in forma cartacea).

Alla scoperta del territorio con le passeggiate

«Passeggiate a Chiari». Un nome semplice che punta dritto all’obiettivo, conoscere il luogo in cui viviamo e anche camminare in mezzo alla natura.
E’ questa, in parole semplici, l’idea dell’Amministrazione (inserita nell’ambito delle iniziative di Chiari prima Capitale del Libro), nata in collaborazione con il Cai. I percorsi sono quelli che, tramite l’omonimo contest, erano stati segnalati al Comune: infatti, soprattutto durante i mesi di lockdown sono stati tantissimi i cittadini che si sono avventurati nelle campagne (e non solo) per respirare aria buona al termine (o all’inizio) di giornate pesanti e anche piene di preoccupazioni.

«Tante volte ci siamo chiesti se questa pandemia ci abbia lasciato anche qualcosa di positivo, un’affermazione forte che facciamo quasi fatica a concepire - ha commentato Domenico Codoni, assessore alla Smart City - Però c’è da dire che sicuramente ci ha costretti a riscoprire luoghi e persone vicini a noi e forse anche ad imparare ad apprezzare di più quello che ci ha sempre circondato e che mai come in questi mesi ci ha regalato il conforto del conosciuto e del quotidiano. Passeggiate a Chiari nasce cosi, dalla curiosità del singolo e della sua condivisione con gli altri. Occhi diversi che guardano le stesse direzioni e che ne dipingono svariate versioni. La nostra campagna è stata un grande sfogo per molti di noi, quella sensazione di “libertà” seppur in piene restrizioni ci ha fatto capire quanto siamo fortunati, anche delle piccole cose. Abbiamo anche cercato di usare nuovi mezzi per condividere queste emozioni, dall’edizione digitale della guida, ad una sezione dedicata sul sito istituzionale, alla condivisione sui social o al caricamento sulle tante App che sono nate in questi anni per condividere assieme alla community percorsi ed esperienze e poterle migliorare e commentare. Un grandissimo grazie e’ doveroso verso chi ha partecipato al contest che ha generato questa guida e alla sezione del Cai che ha partecipato al progetto insieme all’Amministrazione».
Così, sono nati 11 percorsi e cinque escursioni urbane a cura del Cai per un totale di 16 itinerari da non perdere. Il tutto è stato inserito in una guida, scaricabile, ma anche disponibile in forma cartacea alla Pro Loco (con tanto di informazioni tecniche e consigli caricati sulle app di camminata come Outodooractive, Wikiloc e Koomot) che è stata presentata mercoledì sera in Sala Repossi.

Gli itinerari

Non mancano le camminate alla scoperta di via Cattarello, via Lumetti e via Valenca, delle campagne (Est e Sud e Nord), di via Rogge e San Genesio o della strada cosortile di via Gazzi. Poi, c’è la scoperta delle località del Santellone e San Bernardo, di Bosco Levato e via Belve, via Orti e via Mezzana, delle Castrine e, ovviamente, c’è il grand tour intorno a Chiari. Per quanto riguarda invece le escursioni (percorsi un po’ più lunghi e faticosi, ma assolutamente fattibili, da Chiari si potrà raggiungere il Monte Orfano, la Valenca Alta, le «Trenzane e «Bosc Leat», ma anche scoprire la chiesetta di Santa Monica verso Palazzolo, in territorio di Pontoglio.

Il contributo del Cai

«Trascorso questo anno a dir poco particolare, dobbiamo trarne sicuramente grandi insegnamenti: l’isolamento ha permesso di fermarci, osservare e capire le cose veramente importanti; il dolore delle perdite e la gioia per il ritorno alla vita di un amico, ci hanno scosso il cuore - ha ribadito Laura Salvi, presidente del Cai - Grazie al nostro forte senso di appartenenza la sezione ha potuto continuare a produrre nuove idee per il 2021 attrezzandosi così per la ripartenza. “Montagne in casa” iniziativa nata durante il lockdown e che trovate sul nostro libretto e programma sociale; la preparazione dell’evento culturale “Una Montagna di Libri 2021” che avremo ad ottobre in occasione di “Chiari Prima Capitale del Libro”. Siamo tornati a camminare in montagna ma non solo... Una maggiore sensibilizzazione alla sostenibilità, attenzione all’ambiente sia in montagna che in città sono il nostro modo di contribuire a questa bellissima iniziativa “Passeggiate a Chiari”. Abbiamo aderito a questo “contest” invitati dall’Amministrazione perché Chiari e il suo territorio sono il luogo dove viviamo e merita di essere conosciuto e valorizzato. La campagna che ci circonda è attraversata da moltissime strade che uniscono cascine, chiesette, edifici della nostra storia, corsi d’acqua con tutta la rete irrigua che dal lago d’Iseo rifornisce la pianura. Angoli di storia clarense, luoghi delle tradizioni agresti, segni religiosi e artistici presenti nelle campagne li potrete trovare nelle passeggiate consigliate, adatte a tutti, a piedi o in bici, senza particolare allenamento. Le “Escursioni urbane” sono invece solo un po' più lunghe entrano in paesi a noi confinanti... e come camminate di “anima Cai” non poteva certo mancare un po' di salita! Ringrazio a nome della sezione l’Amministrazione che si è fidata della nostra esperienza e le persone che hanno aderito pubblicando i propri percorsi. La montagna ci ha aspettato e riaccolto mentre la pianura e la campagna abbiamo avuto modo di conoscerla e rivalutarla nell’anno più difficile, dove lo smarrimento e l’incredulità del momento storico di una pandemia mondiale ci ha travolti. Lembi di natura che abbiamo la fortuna di avere appena fuori casa, che dobbiamo tutelare, proteggere e ringraziare perché la nostra campagna e i parchi cittadini ci hanno permesso di respirare, muovere, allenare, quando queste azioni non erano così scontate».

Un modo per non perdersi... in tutti i sensi

Utile è anche il fatto che sono state mappate tutte le fontanelle presenti sul territorio: così sarà più facile trovare un posto dove abbeverarsi. L’Amministrazione, poi, valuterà anche l’inserimento di aspetti gastronomici negli itinerari (magari con qualche visita a cascine e aziende agricole).
«In questo modo possiamo cambiare i nostri percorsi ordinari, ma anche condividere con qualcuno una passeggiata - ha evidenziato il consigliere con delega allo Sport, Cristian Vezzoli - Fare attività motoria fa bene, ma dopo mesi di distanziamento, anche poter fare due chiacchiere all’aria aperta e in sicurezza non è male».
Al termine della presentazione, l’Amministrazione ha donato ai tre cittadini che hanno contribuito maggiormente alla presentazione dei percorsi un libro in segno di ringraziamento. Insomma, non resta che scegliere il percorso e partire per una nuova avventura.

Necrologie