Attualità
Tradizione

A Quinzano è tornata la Festa della classe

Tre giorni di festa per coloro che sono o diventeranno 18enni nell'anno. Il sindaco, inoltre, gli ha consegnato le chiavi della città.

A Quinzano è tornata la Festa della classe
Attualità Bassa, 18 Settembre 2022 ore 12:01

La festa della classe è tornata. Quinzano ha preso vita per l'evento che, in questo 2022, vede protagonisti i giovani nati nel 2004.

A Quinzano è tornata la Festa della classe

Finalmente è tornata dopo lo stop causato dal Covid. E' una tradizione solida e intramontabile. E' "La Festa della Classe" o anche "Festa dei Tre Giorni": questo evento, che di anno in anno si ripete sin dal 1940, costituisce una straordinaria manifestazione fatta di storia, cultura, folklore e, soprattutto, di socialità, capace di creare forti legami d'amicizia, amore identitario e di segnare con responsabile ilarità il passaggio all'età adulta, coinvolgendo tutta la comunità quinzanese anche nella sua trasversalità generazionale. Protagonisti sono coloro che, nell'anno, diventano maggiorenne.

I "tre giorni" fanno riferimento alla durata della visita per l'idoneità militare a cui erano sottoposti tutti i cittadini italiani maschi che, all'epoca della leva obbligatoria, avevano compiuto 17 anni. Nel frattempo, invece, le giovani ragazze erano solite a preparare dei fiori di cartapesta per addobbare il paese in occasione del saluto.

La festa e la nuova delibera

Il paese ha mantenuto la tradizione: le ragazze hanno preparato settimane prima centinaia di fiori di cartapesta, tutti a mano (sotto il coordinamento di Gianna Boldrin, una delle volontarie del Gafo), che poi hanno addobbato il paese. Quest’anno, inoltre, c'è anche una mostra con oltre 400 fotografie.  Ieri sera, oltre alle bancarelle e allo street food non è mancata la sfilata storica (sui motorini e sulle biciclette, suonando le trombette da stadio) dei giovani della classe del 2004 che si è poi conclusa con la consegna delle chiavi da parte del sindaco Lorenzo Rivali. L'augurio di questo gesto simbolico è che si possano spalancare davanti a loro tutte le porte della vita. Intitolato anche un murales, che è stato scoperto dal sindaco e da tutta la Giunta. Inoltre, il primo cittadino ha anche firmato una delibera dove si istituisce che questa manifestazione fa parte del patrimonio culturale del paese.

Nei tre giorni scorsi, i ragazzi hanno fatto festa: hanno cenato insieme dormito insieme, nei sacchi a pelo nel giardino fuori dal Comune,  ballato e svolto numerose attività di gruppo come vuole la tradizione.

WhatsApp Image 2022-09-18 at 11.11.28 (1)
Foto 1 di 8
WhatsApp Image 2022-09-18 at 11.11.28 (2)
Foto 2 di 8
WhatsApp Image 2022-09-18 at 11.11.28 (3)
Foto 3 di 8
WhatsApp Image 2022-09-18 at 11.11.28 (4)
Foto 4 di 8
WhatsApp Image 2022-09-18 at 11.11.28
Foto 5 di 8
WhatsApp Image 2022-09-18 at 11.11.29 (1)
Foto 6 di 8
WhatsApp Image 2022-09-18 at 11.11.29 (2)
Foto 7 di 8
WhatsApp Image 2022-09-18 at 11.11.29
Foto 8 di 8
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie