Verso un record

Su e giù dal Monte Guglielmo per la prevenzione dei tumori

Vedrà protagonista, tra domenica e lunedì, Claudio Lazzaroni del Team Life.

Su e giù dal Monte Guglielmo per la prevenzione dei tumori
Bassa, 28 Agosto 2020 ore 17:23

di Federica Gisonna

Una nuova impresa, ma sempre in nome della prevenzione. E’ quella che vedrà protagonista sul Guglielmo, tra domenica e lunedì, Claudio Lazzaroni del Team Life.  Ma andiamo con ordine. Lazzaroni non sfiderà uno qualunque, ma si farà in quattro per raggiungere, o avvicinarsi, al record di dieci salite, detenuto da Juri Ragnoli, biker e campione di mountain bike di origini bornatesi che ha dato vita alla manifestazione.

Su e giù dal Guglielmo per la prevenzione

L’avventura si chiama «Mountain X» e il teatro dell’impresa è proprio il Monte Guglielmo, anche chiamato dagli appassionati «Gölem», di 1.944 metri. Ragnoli lo ha risalito 10 volte.
Domenica però, alla partenza da Cislano, frazione di Zone, intorno alle 10, ci sarà anche il clarense classe 1974. E non sarà solo. Lazzaroni sarà infatti accompagnato da Ersilio Ambrosini e dal loro instancabile e inarrestabile Team life. «Life», appunto. Come la vita, un bene preziosissimo e soprattutto la nostra più grande opportunità. Infatti, anche questa avventura, sarà intrapresa in nome della prevenzione dei tumori, sarà un monito a prestare attenzione e a cogliere i segni perché, è vero, scoprire la malattia in tempo può davvero cambiare la vita.

La storia

Questa voglia di rendersi utili, unita alla passione per le due ruote, è bene ricordare che arriva proprio da un’esperienza di vita. Ad Ambrosini, classe 1971, negli anni ‘90 fu infatti diagnosticato un tumore maligno alle parti molli e un sarcoma di Edwing con un 5% di probabilità di sopravvivenza. Ma lui ce l’ha fatta. Ha lottato ed è stato curato al meglio dall’ospedale Rizzoli di Bologna, specializzato nel campo, è dalla quale è poi nata (a sostegno) l’associazione Mario Campanacci.

Domenica infatti, anche in loro nome (e alla loro presenza), Lazzaroni farà la sua impresa.
«In questo mese ho risalito il Guglielmo più volte – ha spiegato Lazzaroni – Nonostante tutto ho fatto il possibile per allenarmi anche se il tempo no era molto, ma so cosa mi aspetta. Mi sento abbastanza pronto. Certo, potrebbero subentrare diversi fattori, ma vorrei riuscire a risalire almeno 8 o 9 volte. Lo faccio a nome del Team e di quello in cui credo, per portare avanti l’importanza della prevenzione e salvare delle vite, ma anche per far conoscere e dare risalto anche nelle nostre zone cosa fanno a Bologna, l’ospedale e l’associazione, per i più giovani e per le loro famiglie. Meritano tutto il risalto possibile».

La manifestazione potrebbe essere soggetta a spostamenti e modifiche in base alle condizioni meteorologiche tutti noi non possiamo che fare il tifo per Claudio!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia