Menu
Cerca
Capriano del Colle

Metalli Capra, «no» alla Commissione Speciale, ma il Comune si dota di un tecnico e di un legale

«No» alla Commissione Speciale per la Metalli Capra richiesta dell’opposizione, ma intanto il Municipio si doterà di un tecnico ingegnere specializzato in materia ambientale che vigili sul sito e di una figura che approfondisca gli aspetti legali della vicenda legata all’ex discarica.

Metalli Capra, «no» alla Commissione Speciale, ma il Comune si dota di un tecnico e di un legale
Altro Bassa, 21 Marzo 2021 ore 10:30

A Capriano del Colle si ritorna a parlare della Metalli Capra. Respinta la mozione di CambiaVento. Da Insieme per Migliorare: «Sfuma l’opportunità di essere coinvolti».

Metalli Capra, «no» alla Commissione Speciale

«No» alla Commissione Speciale per la Metalli Capra richiesta dell’opposizione, ma intanto il Municipio si doterà di un tecnico ingegnere specializzato in materia ambientale che vigili sul sito e di una figura che approfondisca gli aspetti legali della vicenda legata all’ex discarica.

Il Consiglio comunale di lunedì ha sbarrato la strada alla mozione presentata dai consiglieri di CambiaVento, Giorgio Armani e Beatrice Peroni, con cui si chiedeva l’impegno dell’Amministrazione a creare un tavolo di confronto, una commissione ad hoc per l’appunto, coinvolgendo tutti gli enti interessati dai Comuni limitrofi al Parco agricolo del Montenetto, dal Consorzio dei Vini alle aziende, senza dimenticare Prefettura, Arpa, Ats, Curatela, Comitato ambiente e così via. E, di conseguenza, una comunicazione «più trasparente e puntuale, nei limiti del possibile».

Una richiesta che aveva incontrato anche l’appoggio della minoranza insieme per Migliorare. Favorevole alla mozione anche il consigliere Greta Basciano che ha visto sfumare «un’opportunità per essere più informati come minoranza sulla questione, per mantenere un rapporto con tutti gli enti, ma anche per incitare un dialogo nei confronti dei cittadini: negli anni scorsi avevamo sofferto molto il fatto di non essere assolutamente coinvolti nelle decisioni tanto che la carenza di informazioni ci aveva spinto a rivolgerci direttamente alla prefettura».

Così come sembra essere sfumata l’opportunità per il Comune, i cui poteri in merito alla questione sono pur certo limitati, di imboccare una linea più decisa. Bocciata dunque la Commissione, così come le seconda mozione del gruppo CambiaVento incentrata sugli aspetti tecnici e legali sui cui il comune si è già mosso, ma «solo dopo la presentazione delle nostre richieste», la frecciatina di Armani.

L’arrivo di due figure

Sta di fatto che in forze al Comune arriveranno due figure. «Daremo un incarico a un tecnico ingegnere specializzato in materia ambientale che vegli in modo dettagliatone e particolare a nome dell’Amministrazione sulla Metalli Capra e cui fare riferimento per avere risposte». Allo stesso tempo l’avvocato Piera Buffoli seguirà la parte giuridica per tutelare l’interesse sociale ed economico dei cittadini. Una svolta ben accolta dai consiglieri per approfondire il quadro «decisamente complesso» e capire la possibilità (e la convenienza) di procedere con la costituzione del Comune come civile in un eventuale procedimento penale.
Due mozioni, due «no». Ma le bocciature, stando alla promessa del cittadino, non significano chiusura. «Le porte saranno sempre aperte e le opposizioni saranno periodicamente informate di quello che succede – ha concluso il primo cittadino – Nel momento in cui arriveranno notizie sarò il primo a convocarvi e a riferire gli sviluppi».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli