Malfatti: quando l’amore per le proprie radici attraversa l’oceano

Malfatti: quando l’amore per le proprie radici attraversa l’oceano
21 Ottobre 2016 ore 18:26

La prova che l’amore per le proprie radici, italiane in questo caso, le tradizioni dei propri nonni sono più forti di qualsiasi distanza fisica l’ha data il signor José Roberto Boschini. Così il piatto della tradizione carpenedolese per eccellenza, i malfatti, non solo ha travalicato i confini comunali ma anche quelli nazionali attraversando tutto l’oceano atlantico fino a giungere in Brasile.

In casa Boschini, a São Roque Comune dello Stato di San Paolo, il malfatto è il piatto delle occasioni speciali, una ricetta preziosa tramandata dalla nonna alla mamma del signor José Roberto e che si cucina ancora tutti insieme nei fine settimana. «Sono un buon dentista, oltre a un cuoco schifoso – ha commentato Boschini in merito alla possibilità di aver cucinato lui i malfatti – Sono stato a Carpenedolo a maggio e sono andato a visitare la «Pasticceria Caffè Pozzi», Achille il proprietario del ristorante mi ha dato la ricetta del malfatto che è un poco diversa da quella di mio nonno». Ma l’opera di «portare l’Italia qui a casa in Brasile» non può dirsi completa senza la ricetta di un altro piatto della tradizione carpenedolese: la torta secca. 


Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia