Palazzolo si fa green e elettrico

La città di Palazzolo si è aperta alla mobilità condivisa e in elettrico

Dal 25 settembre attivo il car sharing.

La città di Palazzolo si è aperta alla mobilità condivisa e in elettrico
Sebino e Franciacorta, 25 Settembre 2020 ore 19:39

La città di Palazzolo si è aperta alla mobilità condivisa e in elettrico

La città di Palazzolo si è aperta alla mobilità condivisa e in elettrico

La città di Palazzolo si è aperta alla mobilità condivisa e in elettrico. Presentata venerdì 25, in municipio, l’arrivo del car sharing elettrico. Un innovativo progetto che prevede l’utilizzo condiviso di un veicolo elettrico di ultima generazione tra amministrazione comunale e cittadinanza. Nella piazza principale è stata inaugurata con il primo viaggio la vettura del E-Vai Public. Il servizio nasce dalla collaborazione tra la società di car sharing milanese del Gruppo Fnm e il Comune palazzolese. Collocato anche un nuovo punto in piazzale Giovanni XXIII, proprio davanti alla sede municipale, e alcuni punti di ricarica.

Il primo giro

Prima del “varo”, il sindaco Gabriele Zanni e i rappresentati dell’E-Vai hanno raccontato alla stampa l’iter di crescita di questa scommessa che punta ad un paese più green e sostenibile. Un’idea condivisa anche sul tavolo politico con alcuni volti della minoranza.

«Ci sentiamo inter-connessi – ha commentato il primo cittadino – Ci sarà la possibilità di sfruttare questi punti e questo veicolo per gli spostamenti dei nostri concittadini. Abbiamo messo a disposizione cinque colonnine sul nostro territorio accessibili 24 ore su 24. Incentiviamo gli spostamenti così creando rete con il territorio».

Il servizio

Come funzionerà il progetto, è stato anche raccontato da Sebastiano Di Carlo, portavoce della ditta di car sharing, che ha illustrato come E-Vai è arrivata nelle maggiori città lombarde, connettendo stazioni e aeroporti, partendo dal milanese per arrivare anche in territorio bresciano. Palazzolo si unisce così a Rovato e a Pian Camuno. Presto anche Ospitaletto sposerà questa iniziativa di mobilità condivisa e sostenibile. Il servizio copre oltre 70 comuni.

Per accedere al servizio, aprire la macchina e gestire i pagamenti è attiva un’app. Non solo tramite smartphone si potrà prenotare il veicolo elettrico, ma anche via internet, sul sito web o al numero verde 800774455. Quali i vantaggi? Il modello di auto condivisa offre vantaggi sia per i Comuni che per il singolo cittadino. I palazzolesi potranno usufruire della comodità di disporre di un veicolo elettrico per i propri spostamenti, senza sobbarcarsi gli oneri della proprietà.

Anche l’Assessore Mercandelli «Questo sarà un modo per far conoscere anche il nostro paese a chi deve fermarsi, ricaricare o usare questa rete di infrastrutture. Palazzolo ha così la possibilità di diventare una tappa e una meta per chi utilizza questo mezzo di spostamento».

«L’amministrazione palazzolese si è dimostrata particolarmente sensibile al tema della mobilità sostenibile al servizio dei cittadini, portando i vantaggi del car sharing elettrico in un contesto abitativo dalle dimensioni relativamente ridotte – ha commentato Luca Pascucci, direttore generale di E-Vai. Il servizio si integra perfettamente con le politiche ambientali adottate dai comuni per coniugare lo sviluppo delle comunità e la tutela del territorio».

Dove trovarlo?

Dove trovare le colonnine per la ricarica? Una è in via Kennedy, due in via Carlo Cattaneo nei pressi dell’autostrada e due in piazzale Giovanni XXIII. Il costo del noleggio è di 6 euro all’ora con chilometri illimitati. Sulla vettura anche un kit per sterilizzare l’abitacolo antivirus. Raccomandato l’uso della mascherina e dei guanti, come da modalità di contenimento del Covid-19. Tutti gli utenti che si iscriveranno al servizio avranno la prima ora di utilizzo gratuita. Pacchetti specifici anche per raggiungere Orio, Linate, Malpensa e Milano Rho Fiera.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia