BRESCIA

Il Pd insiste: «Servono fondi regionali per il trasporto pubblico»

Il consigliere regionale Girelli: «E' impensabile che nel bilancio di Regione Lombardia per l’anno 2021 non sia ancora stato inserito lo stanziamento»

Il Pd insiste: «Servono fondi regionali per il trasporto pubblico»
Altro Brescia, 09 Dicembre 2020 ore 10:35

Il Pd insiste: «Servono fondi regionali per il trasporto pubblico»

Il bacino di Brescia rappresenta il 12,6% della popolazione lombarda e dispone di un’offerta di servizio del trasporto pubblico locale pari al 10,96% di quello lombardo. Le risorse riconosciute da Regione Lombardia per questa area sono state stabilite su dati del 1998 e corrispondono all’8,66% di quanto viene destinato al tpl. Il gap tra il livello di servizio e lo stanziamento è di oltre 14 milioni di euro l’anno. «Già nel 2018, noi consiglieri regionali del territorio, a prescindere dalle appartenenze politiche, avevamo presentato un ordine del giorno che impegnava la Giunta a verificare e assicurare risorse adeguate per il trasporto pubblico locale bresciano. Ancora oggi quell’atto non ha trovato applicazione. Questa mancanza, visto che la pandemia ha messo in sofferenze le casse comunali, rappresenta ora più di ieri un grave danno per i cittadini e per le attività», è la sintesi di Gianantonio Girelli, consigliere regionale del Pd, che sul tema è intervenuto anche in un recente incontro che voleva fare luce sui problemi e le prospettive del servizio.

«È evidente che nel nostro territorio sarebbe necessario un potenziamento dell’offerta di servizio – prosegue Girelli –. Invece, sorprendentemente, i nuovi fabbisogni di mobilità, stabiliti nella delibera regionale del 2017, prevedono per il bacino di Brescia, nel periodo 2020-2025, una riduzione dell’offerta di servizio, sia in area urbana, sia nei collegamenti extraurbani. Più precisamente meno 2,7% per i servizi di area urbana e meno 7,1% per i servizi extraurbani, per un ammontare complessivo, a regime, di 1,7 milioni di percorrenze chilometriche all’anno».

Ma a livello regionale «occorrerebbero tra i 10 e i 15 milioni di euro aggiuntivi a favore dei bacini sottofinanziati, in primis per Brescia dove è indispensabile consolidare, in via strutturale, lo stanziamento regionale per la metropolitana e quello per i servizi di tpl nelle aree montane e svantaggiate – conclude Girelli –. La metropolitana è una infrastruttura vitale per la città, per i lavoratori, per le imprese. Senza le risorse regionali, però, il Comune non è in grado di garantire economicamente le alte prestazioni del servizio. Per questo è impensabile che nel bilancio di Regione Lombardia per l’anno 2021 non sia ancora stato inserito lo stanziamento».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità