Donazione

Donata dalla famiglia di Pierangelo Cucchi un’ambulanza alla Croce Rossa VIDEO

La famiglia del noto imprenditore, alpino e cavaliere ha voluto ricordare il congiunto a tre anni dalla dipartita.

Donata dalla famiglia di Pierangelo Cucchi un’ambulanza alla Croce Rossa VIDEO
Sebino e Franciacorta, 22 Febbraio 2020 ore 18:11

Un momento di grande commozione e partecipazione.

Così può essere descritta la donazione dei una nuova ambulanza da parte della famiglia dell’imprenditore di successo, cavaliere ed alpino Pierangelo Cucchi  distanza di tre anni dalla sua morte, alla Croce Rossa.

 

Sull’ambulanza una foto dell’imprenditore

L’ambulanza, sulla quale è stata posta la foto di Cucchi, è stata «battezzata», nella sede delle Penne Nere di Palazzolo in via Sgrazzutti. Il presidente della Cri Faustino Belometti tiene particolarmente a questo evento per manifestare a tutta la popolazione la gratitudine di tutti i volontari della Cri nei confronti della famiglia di Pierangelo Cucchi che, attraverso questa donazione, ha voluto ricordare la memoria del loro caro defunto.

Al taglio del nastro hanno preso parte l’amata moglie Alma Licini, il presidente della Croce Rossa Faustino Belometti, famigliari, alpini, membri della locale Croce Rossa, il vice sindaco Gian Marco Cossandi, il parroco don Paolo Salvadori, l’assessore Nadia Valli, il deputato 5 Stelle di Palazzolo Claudio Cominardi.

«L’idea è stata di mia mamma, che già alla morte di mio papà aveva pensato di organizzare qualcosa in sua memoria, ma un po’ per il dolore e un po’ per tutte le pratiche successive al lutto, non ne avevamo più parlato e la cosa era un po’ andata nel dimenticatoio – ha spiegato Valentina Cucchi – Ma, una sera di un paio di mesi fa ha parlato con me e mia sorella Francesca dicendoci che ci aveva ripensato e aveva deciso fermamente di fare davvero questa cosa, ma non sapeva come fare per realizzarla. Io e mia sorella abbiamo appoggiato in pieno la sua decisione e l’abbiamo aiutata e supportata logisticamente contattando dei membri della Cri locale».

Il presidente Faustino Belometti ha immediatamente contattato la famiglia.

«Il motivo principale che l’ha spinta ad una decisione del genere è essenzialmente uno: mio papà lo meritava davvero – ha continuato la figlia – Nella sua vita ha fatto tanto per la sua famiglia e ci ha amate immensamente dimostrandocelo sempre. E’ stato un marito, un papà e un nonno esemplare. Dopo quasi 3 anni il dolore per la sua perdita è ancora vivo e la sua mancanza si sente davvero tanto ogni giorno. Ha aiutato tante persone nella sua vita e aveva davvero dei valori di onestà e rettitudine morale difficili da trovare di questi tempi. E più vado avanti più me ne rendo conto».

 

Chi era Cucchi?

Il noto imprenditore palazzolese si era spento all’Humanitas Gavazzeni di Bergamo a 73 anni. Vicino a lui la moglie, che non lo aveva mai lasciato solo un minuto, le figlie Valentina e Francesca e le sue adorate nipoti Claudia, Lucrezia e Anna, nata proprio nello stesso giorno del nonno, il 22 dicembre.

Cucchi, perito metalmeccanico, aveva iniziato a lavorare come dirigente alla Lanfranchi e nel 1972 aveva aperto a Palazzolo (nel 1996 poi trasferitasi a Cologne) la sua azienda tessile: la «Almatex», chiamata così in onore di sua moglie. A dimostrazione che la loro storia era davvero straordinaria. «Un amore semplicemente da favola» che negli anni era diventato sempre più forte.

Cucchi, nonostante le prestigiose onorificenze (Cavaliere della Repubblica nel 2002) e i traguardi raggiunti, era una persona umile che non amava apparire. Un grande palazzolese, un filantropo che aveva saputo aiutare (anche economicamente) diverse realtà, in particolar modo gli alpini di Palazzolo. Aveva contribuito significativamente al restauro della sede delle Penne Nere inaugurata nel 2006. E proprio per questo era stata dedicata una targa al padre di Pierangelo, Pietro Cucchi: alpino e reduce di guerra. E su quella targa ora è stato aggiunto anche il nome dell’imprenditore. Uomo di grandi valori, era anche un vero appassionato di auto d’epoca e calcio.

4 foto Sfoglia la gallery

Iscriviti al nostro gruppo Facebook: Brescia e Provincia eventi & news
E segui la nostra pagina Facebook ufficiale PrimaBrescia (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PAGE

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia