Altro
sanita'

Covid, l'hub di Manerbio riapre per le vaccinazioni dei bambini

Il centro sarà aperto 7 giorni su 7, dalle 8 alle 20, per i piccoli dai 5 agli 11 anni. Il direttore generale di Asst Garda: "Fondamentale dotare il territorio di un punto di erogazione pediatrica"

Covid, l'hub di Manerbio riapre per le vaccinazioni dei bambini
Altro Bassa, 07 Gennaio 2022 ore 18:53

Sarà attivo da giovedì 13 gennaio il quarto centro vaccinale di Asst Garda interamente dedicato, in questa fase, alla vaccinazione dei bambini dai 5 agli 11 anni.  Si tratta dell'hub di Manerbio, allestito nell'ex bocciodromo di via Duca D'Aosta, messo nuovamente a disposizione dall’Amministrazione comunale.

Covid, l'hub di Manerbio riapre per le vaccinazioni dei bambini

Inaugurato lo scorso marzo come protagonista della campagna massiva, il centro vaccinale di Manerbio era poi stato utilizzato per le somministrazioni ai fragili e delle seconde dosi. Chiuso a fine agosto, allo scadere della convenzione con Asst Garda, l'hub entrerà nuovamente in funzione a partire dal 13 gennaio per velocizzare le vaccinazioni ai bambini di età compresa fra i 5 e i 11 anni.

"Manerbio è stato scelto ancora una volta come territorio di riferimento per la Bassa per quanto concerne gli hub vaccinali - ha sottolineato il sindaco, Samuele Alghisi - Non senza sforzi, l'Amministrazione ha investito risorse tecniche ed economiche per allestire l'ex bocciodromo e si sta occupando anche della segnaletica esterna per indirizzare al meglio i cittadini che si rivolgeranno a questo hub. Come sempre, la sinergia tra Comune e Asst del Garda è stata fondamentale"

Il direttore di Asst Garda: "Portiamo a 31 le linee vaccinali"

Il centro manerbiese, che sarà gestito da un'equipe di medici ospedalieri e del territorio, infermieri e personale amministrativo dedicato all’accettazione, dispone di 4 linee vaccinali e sarà attivo dalle 8 alle 20, sette giorni su sette.

"Con l’apertura del quarto centro vaccinale portiamo a 31 le linee vaccinali offerte da Asst Garda: più di quelle garantite a luglio quando è stato profuso il massimo sforzo della campagna vaccinale in Lombardia - ha commentato il direttore generale, Mario Alparone - Era fondamentale dotare il territorio della zona di un punto di erogazione pediatrica oltre a quelli presenti su Vobarno e Lonato. In questo centro, dedicato alle sole vaccinazioni di questo tipo, potremo garantire una assistenza mirata e specializzata. Un ulteriore e importante sforzo organizzativo per il quale ringrazio tutti i nostri operatori fortemente impegnati nella gestione dei pazienti Covid nell’esecuzione dei tamponi e nella campagna vaccinale. Un ringraziamento particolare va al sindaco Alghisi e a tutta la Giunta, che ci hanno permesso di riattivare il centro vaccinale all’interno dell’ex bocciodromo a servizio delle famiglie del territorio, e alla Associazione Bambino In Ospedale che ci consente di accogliere nel migliore dei modi bambini e genitori".

Necrologie