Menu
Cerca
ADDIO ARIA

Come funzionerà il portale di Poste Italiane per prenotare le vaccinazioni anti-Covid

La nuova piattaforma, già usata in alcune regioni, dovrebbe essere attivata a giorni: ecco come funziona e quali canali si potranno utilizzare

Come funzionerà il portale di Poste Italiane per prenotare le vaccinazioni anti-Covid
Altro Brescia, 27 Marzo 2021 ore 10:41

Ad aprile anche la Lombardia adotterà la piattaforma di Poste Italiane per prenotare il vaccino anti-Covid. Ma come funziona?

Piattaforma prenotazioni con Poste anche in Lombardia

Incassati e ammessi i continui disservizi della piattaforma lombarda sviluppata da Aria, anche la Lombardia si appresta a passare al sistema sviluppato da Poste Italiane. E’ la sesta regione ad adottare questa piattaforma, gratuita, già in funzione in Sicilia, Calabria, Basilicata, Marche e Abruzzo.

Come prenotare il vaccino con Poste

A differenza di quella di Aria la piattaforma di Poste permetterà di prenotare davvero il vaccino (e non solo segnalare la propria adesione), conoscendo quindi subito ora e luogo per la vaccinazione. E senza sperare di esser spediti a orari improbabili a decine o centinaia di chilometri di distanza: si potrà infatti scegliere luogo e data per ricever il vaccino, compatibilmente con la disponibilità delle dosi.

All’atto pratico, la piattaforma permetterà la prenotazione attraverso diversi canali

  • Online, attraverso il sito dedicato dove si dovranno inserire i dati della propria tessera sanitaria e successivamente i propri dati anagrafici e recapito telefonico. A questo punto sarà possibile selezionare data e luogo più comodi tra quelli a disposizione e, al termine, confermare la prenotazione con il codice che sarà inviato via sms.
  • Allo sportello Postamat, inserendo la propria tessera sanitaria e poi seguendo i passaggi come per la prenotazione online+
  • Al telefono, contattando il numero verde 800.009.966 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 (escluso sabato e festivi)
  • Grazie al postino, attraverso il palmare in dotazione.

Al termine della prenotazione si riceverà un sms di riepilogo con i dati inseriti

Il tutto, ovviamente, ammesso che si rientri all’interno delle categorie abilitate alla prenotazione. I primi in Lombardia a poter usufruire della piattaforma dovrebbero essere gli over 70 e i pazienti fragili.

Gli over80 rimarranno “in carico” alla piattaforma di Aria. Non dovranno quindi ripetere la registrazione con Poste.

Come funzionerà il portale di Poste

Le differenze operative rispetto alla piattaforma attuale di Aria saranno molte. Innanzitutto, i canali attraverso cui sarà possibile prenotare la vaccinazione: non più soltanto il sito, ma anche i Postamat presenti negli uffici postali e un centralino telefonico. Per prenotarsi basterà inserire i propri dati: nome, cognome, codice fiscale e numero di tessera sanitaria. A quel punto, il sistema mostrerà quali sono i punti vaccinali più vicini all’utente e permetterà di sceglierne uno. Selezionando l’hub, si aprirà un’agenda virtuale dalla quale sarà possibile vedere le date e gli orari disponibili.

Conclusa l’operazione, via sms si riceveranno tutte le informazioni, senza dover più attendere una comunicazione successiva. Insomma, si tratterà di una procedura molto più snella rispetto alla attuale, ma soprattutto più comoda per gli utenti, che potranno prendere l’appuntamento nel posto e all’orario che è loro più comodo e, soprattutto, non saranno più in balia di un algoritmo che più di una volta ha dimostrato di non essere affatto ben calibrato.

Chi potrà utilizzare il portale di Poste

Ovviamente, il portale di Poste non potrà però essere utilizzato da tutti. Gli over 80, ad esempio, si sono già prenotati con il portale di Aria e completeranno dunque la vaccinazione sottostando alle regole di quest’ultimo. Lo stesso vale per le categorie prioritarie, come il personale scolastico. Solamente tutte le altre persone potranno, nel momento in cui avranno l’ok, prenotare la vaccinazione con Poste. Proprio questa situazione sta rallentando il passaggio del testimone, dato che serve un allineamento dei dati tra Aria e Poste onde evitare cortocircuiti organizzativi. Ed è anche per questo motivo che ancora non è stata ufficializzata una data in cui il portale di Poste sarà operativo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli