IL SALVATAGGIO

Centoventi asini e pony salvati dal maltrattamento

In 30 cercano ancora sistemazione a Borgosatollo

Centoventi asini e pony salvati dal maltrattamento
Brescia, 22 Ottobre 2020 ore 08:54

Centoventi asini e pony salvati dal maltrattamento.

Da Aosta a Borgosatollo è avvenuto il più grande salvataggio di equidi degli ultimi decenni: un maxisequestro Giudiziario  in Valle d ‘Aosta di 120 tra pony e asini , una corsa contro il tempo per salvarli dalla morte per stenti, una catena di solidarietà che si propaga in tutta Italia, così la maggioranza di loro grazie all associazione Horse Angels viene data in adozione e nel mentre se ne fa carico Giulia Pulcini, una ragazza di 23 anni proprietaria di un maneggio a Borgosatollo.

La carica dei 121

L’hanno chiamata “La carica dei 121” dal numero di cavalli, asini e muli maltrattati e abbandonati in Valle D’Aosta in condizioni disperate e come unico destino la morte certa se non fosse stato per l’ associazione di volontariato Horse Angels che è intervenuta gestendo il sequestro giudiziario degli animali. Si tratta del più grande sequestro di equidi nella storia degli ultimi anni. Putroppo le condizioni in cui versavano erano terribili ed è subito partito un appello disperato che ha dato luogo ad una catena di solidarietà che ha coinvolto tutta Italia.

In particolare la proprietaria del maneggio “Ippokampo Stable ” di Borgosatollo, la giovanissima ma tenace Giulia Pulcini (collaboratrice di Horse Angels) ha subito risposto all’appello  dell’associazione  ed è partita per la Valle D’aosta con alcune delle ragazze che frequentano il maneggio per adottare 2 o 3 animali, ma una volta giunta sul posto e  visto le condizioni terribili in cui versavano i poveri animali ne ha caricati sul van tutti quelli che fisicamente ci stavano…così a Brescia ne sono arrivati 8.

Ma per Giulia non è bastato questo atto di generosità e una volta tornata a Brescia ha continuato a pensare a tutti quelli rimasti in Valle D’Aosta, al freddo, alle intemperie e con un destino crudele davanti a loro, così non si è persa d’animo e facendo appello ad alcuni suoi clienti che prontamente si sono prestati con i loro mezzi di trasporto per equidi, ha organizzato una maxispedizione di salvataggio per portare a Brescia tutti gli animali rimasti: quelli che nessuno ha voluto in adozione, trattandosi di asini maschi e in certi casi molto malandati. Presso l’Ippokampo troveranno cibo, cure veterinarie, riparo e affetto.

Da oggi sono così in visione e pronti per essere adottati 30 asinelli disponibili presso la scuderia Ippokampo a Borgosatollo via Canneto 115. Giulia, nonostante i suoi 23 anni  non è nuova a questi atti di generosità verso i cavalli e in generale gli animali, nel suo maneggio infatti si trovano già una ventina tra cavalli, asini, maialini, caprette e pony salvati da maltrattamenti o da macellazione che ritrovano presso la scuderia Ippokampo un equilibrio mentale oltre che fisico e possono così ritornare a nuova vita.

Si tratta infatti di un maneggio etico basato su regole che prevedono in prima istanza il benessere del cavallo e dove bambini e ragazzi praticano l’equitazione anche a livello agonistico nel rispetto dell’animale. Il cavallo diventa un amico da amare e con il quale fare sport e giocare non un mero mezzo per ottenere risultati sportivi.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia